Milan U15 sconfitto in finale: scudetto alla Roma

Sul più bello, quando fa più male perché l’obiettivo era a un passo, il Milan U15 abbandona il sogno di vincere lo scudetto di categoria. Roma campione d’Italia grazie al 2-0 a suo favore – reti di Koffi al 51′ e Cherubini al 56′ – nella Finale giocata allo stadio Bruno Benelli di Ravenna.

Rammarico enorme non solo per il verdetto negativo del campo ma anche per lo sviluppo della gara, nella quale i rossoneri hanno avuto – nel primo tempo – le maggiori e migliori occasioni per sbloccarla.

Nella ripresa i giallorossi hanno colpito nel momento decisivo, dimostrandosi cinici e letali. Peccato, ma i ragazzi di Mister Polistina escono a testa alta e meritano tanti applausi per la grande stagione disputata; ricordando in particolare il primo posto in campionato e la Finale conquistata.

Si deve ripartire lo stesso da questa sconfitta, dal percorso di enorme crescita fatto dai nostri ragazzi, di come sono diventati squadra e lo sono rimasti fino in fondo. È una serata deludente, ma l’avvenire è pieno di speranze rossonere.

LA CRONACA
Sono i giallorossi a rendersi pericolosi per primi: all’8′ Koffi recupera palla e serve Padula che incrocia e non trova la porta di poco. Al 12′ ghiotta chance per Rossi dopo il cross di Cellamare e la respinta corta di Mastrantonio, ma la girata sottomisura termina alta. La posta in palio scotta, in campo c’è più tensione che spettacolo. Al 29′ è ancora Rossi a sfiorare il vantaggio, calciando quasi a botta sicura con il salvataggio decisivo di Missori. Poi al 32′ la spaccata in attacco di Cellamare sfiora il bersaglio.

Nella ripresa, non subito, cambia il copione della sfida. È un episodio, al 51′, a sbloccare la Finale: l’errore di Camara che salta a vuoto su un lancio in profondità e soprattutto il sinistro potente di Koffi sotto la traversa. Al 56′ Di Chiara è nuovamente battuto e i giallorossi riescono a raddoppiare con il piatto destro preciso di Cherubini. Uno-due micidiale per il Diavolo, che da lì in avanti non si risolleva più. Anzi al 67′ il passivo rischia di peggiorare ma Cellamare si immola sulla riga e dice di no a Cherubini. Al 75′ il triplice fischio.

IL TABELLINO

MILAN-ROMA 0-2

MILAN (4-3-3): Di Chiara; Cellamare, Camara, Dipalma (18’st Luscietti), Incorvaia; Sette (25’st Montalbano), Foglio, Boni (33’st Galli); Rossi, Anane, Bozzolan. A disp.: Di Chiara; Anut, Gala, Marrone, Monelli, Perego. All.: Polistina.

ROMA (4-3-3): Mastrantonio; Missori, Catena, Muratori, Falasca (38’st D’Alessio L); Lilli (23’st Mirimich), Faticanti, Pagano; Koffi, Padula (6’st Liburdi), Cherubini (38’st Simone). A disp.: Baldi; D’Alessio F.., Pandimiglio, Pellegrini, Pisilli. All.: Tanrivermis.

Arbitro: Bianchini di Perugia.
Gol: 16’st Koffi (R), 21’st Cherubini (R).
Ammoniti: 26’st Anane (M), 23’st Mirimich (R), 24’st Luscietti (M).

Fonte: acmilan.com

L’analisi di Maurizio Ganz: i migliori della stagione

UFFICIALE. Paolo Maldini è il nuovo direttore tecnico del Milan